Castello di Padernello

Castello di Padernello

Orari

Lun
Chiusura
Mar
09:00 - 12:00 / 14.30 - 17.30
Mer
09:00 - 12:00 / 14.30 - 17.30
Gio
09:00 - 12:00 / 14.30 - 17.30
Ven
09:00 - 12:00 / 14.30 - 17.30
Sab
14:30 - 17:30
Dom
14.30 - 18:30
Via Cavour 1, Borgo San Giacomo, - Padernello

Cultura, cibo e leggende della Pianura Bresciana: benvenuti al Castello di Padernello

Respira a pieni polmoni il profumo del grano e dell’erba appena tagliata. Il ponte levatoio si abbassa e la visione di uno stemma medievale con un’aquila imperiale fa pensare a tempi importanti. Al periodo in cui i Martinengo governavano il territorio bresciano e lo rendevano forte e potente.

Storie di fantasmi, segreti e tradizioni aleggiano su questa fortezza che rivestiva un ruolo chiave nel panorama della Bassa Padana.

Storia del Castello di Padernello

Padernello è un piccolo borgo della campagna bresciana, dove il tempo pare essersi fermato. Qui sorge il Castello che da secoli signoreggia il territorio circostante.
L’esistenza di un primo nucleo fortificato è documentata già sul finire del 1300 ma nel tempo il castello è stato trasformato in risposta alle esigenze di ogni epoca. Nel ‘700 venne trasformato in residenza signorile dall’architetto Marchetti, lo stesso che diresse la costruzione del Duomo Nuovo di Brescia. Quattromila metri quadrati, 130 stanze, tra cui una sala da ballo ed una cappella dedicata ai Santi Faustino e Giovita.
Storica residenza della famiglia Martinengo che commissionò l’edificio, entrò poi in possesso della famiglia Salvadego, che vi abitò fino agli anni Sessanta del Novecento. Per oltre quarant’anni il maniero rimase trascurato e nel 2002 subì un tragico crollo. Finalmente, nel 2005, il Comune di Borgo San Giacomo e La Società Castelli & Casali, gruppo di imprenditori locali, lo salvarono dalla rovina. Da allora il Castello di Padernello è sede della Fondazione Nymphe che si occupa della valorizzazione, non solo dell’antica dimora, ma anche del territorio che la ospita.

Oggi il castello è un punto di riferimento importante per attività culturali di qualità. Ambiente, arte, teatro, musica, letteratura, storia ed enogastronomia: l’offerta è ampia per permettere a ognuno di trovare il proprio spazio all’interno della splendida cornice rinascimentale.

La leggenda della Dama Bianca

Se vi piacciono le leggende, v’interesserà quella della Dama Bianca, una storia da brivido, di quelle che si raccontano le tarde sere d’estate davanti a un falò. La protagonista è una ragazza timida e malinconica che nacque a Brescia e si ritirò al Castello di Padernello per trovare la pace. Una sera, mentre stava seduta sui merli delle mura, scorse delle lucciole e si sporse per volare insieme a loro. Morì a 14 anni.
Da quella sera, ogni 10 anni nella notte del 20 di luglio il suo fantasma si reca nel salone del castello. Indossa un vestito bianco e tra le mani tiene un libro d’oro che all’interno cela un segreto: Il segreto della Dama Bianca.

Mercati della Terra: prodotti tipici bresciani

Un progetto Slow Food che vuole valorizzare la biodiversità agricola. Si tiene al Castello di Padernello ed è una rete internazionale di mercati caserecci dove si possono provare ed acquistare prodotti tipici a kilometro zero. Ogni mese nuove iniziative per tutte le età.

Visitare il Castello di Padernello

Il Castello è visitabile con le guide negli orari indicati.
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

Scopri di più su: www.castellodipadernello.it

Condividi
BS2104_mappa3

In Programma