Piazza Duomo, Brescia

Piazza Paolo VI

Piazza Paolo VI - Brescia
  Vittoria

Conosciuta come la piazza delle due Cattedrali di Brescia, piazza Paolo VI è un magnifico esempio di architettura medievale e rappresenta il cuore della città per gli importanti edifici storici che vi si affacciano, simboli delle libertà civili e delle tradizioni religiose bresciane.

Piazza Paolo VI: il Broletto e le due Cattedrali

Sul lato est della piazza troviamo il palazzo del Broletto, comprendente la torre civica e la loggia delle grida. È il più antico palazzo pubblico della città, sede delle magistrature civiche in età comunale, e occupa un intero isolato con una corte centrale costruita in diverse fasi, dall’età medievale fino al ‘600, quando fu realizzato il solenne porticato settentrionale.

Piazza Paolo VI, Brescia

Oggi ospita la Prefettura, un posto di Polizia, l’Amministrazione Provinciale e Uffici Comunali. Sullo stesso versante del Broletto spiccano, in tutta la loro bellezza, le due cattedrali. 

Il Duomo Nuovo (1604-1825), sorto su un antico duomo paleocristia­no e ricco di opere d’arte, lascia trasparire i segni della lunga storia della sua costruzione nelle caratteristiche barocche (della parte inferiore) e rococò (della parte superiore).

Duomo Nuovo, Brescia_ Ph: Chiaro Chiari

La facciata, imponente e gran­diosa, è in marmo bianco di Botti­cino, mentre l’interno, a croce greca e a tre navate con vasto presbiterio, è scandito da grandi colonne e pilastri che sorreggono la cupola, completata dall’architetto Rodolfo Vantini e alta 80 metri: è la terza più alta in Italia, dopo S. Pietro a Roma e S. Maria del Fiore a Firenze!

Accanto si scorge il Duomo Vecchio o Rotonda, risalente al XII secolo, raro e notevole esempio di edificio medioevale circolare in pietra, che racchiude numerose opere d’arte.

Duomo Vecchio, Brescia

Di particolare importanza a sinistra del presbiterio, la Cappella delle Sante Croci, che custodisce il Tesoro delle Sante Croci, reliquie preziose e oggetti sacri e di oreficeria. Sotto al presbiterio, con accesso da due scalette, si accede inoltre alla Cripta di San Filastrio, di epoca romanica e appartenente alla prima basilica.

Infine, all’esterno del Duomo è ancora possibile osservare l’antico livello della città!


I versanti sud e ovest

Verso sud la piazza è chiusa dal palazzo del Credito Agrario Bresciano, opera del primo ‘900 dell’architetto Antonio Tagliaferri.

Sul lato ovest sono da segnalare, quasi di fronte al Broletto, un palazzetto in stile neoclassico (1809), con due grandi colonne joniche centrali e la Casa dei Camerlenghi (amministratori finanziari durante la dominazione veneta) con le trifore quattrocentesche.

Dal sottostante passaggio di origine medievale ci si avvia verso i portici di via Dieci Giornate, edificati lungo il perimetro delle antiche mura romane.

Condividi
BS2104_mappa3

In Programma