In bici tra la Valle Camonica e la Valtellina

Pieve di San Siro

Un meraviglioso esempio di romanico lombardo nel cuore della Valle Camonica. È la Pieve di San Siro di Cemmo, frazione di Capo di Ponte, a soli cinque minuti a piedi dal Parco Archeologico Nazionale dei Massi di Cemmo, uno degli otto parchi di incisioni rupestri camuni dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Pieve di San Siro di Cemmo. Il romanico risplende in Valle Camonica

Collocata su uno sperone affacciato sul fiume Oglio, in posizione dominante sul piccolo paesino, la Pieve di San Siro fu eretta nel XII secolo ed è tuttora consacrata. Rappresenta una delle più importanti tracce di romanico lombardo di tutto il Nord Italia. Un piccolo gioiello immerso nella natura che si erge ancora oggi in tutta la sua austerità, a due passi dalla statale che attraversa la valle.

Dal portale d’ingresso riccamente scolpito ai tre absidi, dal fonte battesimale alla cripta, tanti sono gli angoli meritevoli d’attenzione di questo edificio di culto. Da non perdere anche gli affreschi risalenti al XV-XVI secolo e recentemente restaurati.

Una curiosità: il campanile è stato aggiunto nel XV secolo in occasione della visita di San Carlo Borromeo.

Visitare la Pieve di San Siro

La Pieve di San Siro è mantenuta aperta grazie all’impegno di un volontario della Pro Loco, che accoglie i visitatori svelando tutti i segreti di questo luogo millenario. È raggiungibile a piedi dal parcheggio vicino al cimitero e proseguendo lungo il sentiero pavimentato per una passeggiata di 15 minuti circa.

Per informazioni su visite guidate e orari di apertura contattare la Pro Loco Capo di Ponte, tel +39 0364 42080, e-mail proloco.capodiponte@invallecamonica.it, pagina ufficiale su Facebook.

Condividi