panchina-gigante-edolo

Panchine giganti: lasciati stupire dalla natura

Un territorio da ammirare da punti di vista sempre nuovi. Sono 14 le panchine giganti installate in punti panoramici d’eccezione: tappe da segnare nei propri itinerari all’aria aperta pronte a regalarci scorci inattesi.

Collocate tra l’hinterland cittadino, la Franciacorta, il lago d’Iseo e la Valle Camonica e raggiungibili dopo una breve camminata nel verde, le panchine sono meta prediletta da grandi e piccini per una passeggiata nella natura. Parti con noi per questo tour tra le panchine giganti di Brescia e provincia!

Panchine giganti dal lago d’Iseo alla Valle Camonica
Big Bench di Paspardo – Ph. A. Bortolotti

Verde e arancione, natura e tramonto, aria aperta e armonia. Dalle due panchine giganti posizionate sul lago d’Iseo – la verde a Pilzone in loc. San Fermo e l’arancione a Sale Marasino in loc. Maspiano  – con vista mozzafiato sul Sebino e su Monte Isola alle numerose panchine giganti disseminate tra panorami suggestivi della Valle Camonica, la distanza è breve e merita di essere percorsa.

Sono attualmente otto le panchine giganti della Valle Camonica: Darfo Boario Terme, Capo di Ponte, Breno, Lozio, Paspardo, Borno, Edolo fino a quella più a nord di Incudine. Installazioni che rendono omaggio alle più belle cime che abbracciano la valle, come il Pizzo Camino e la Concarena visibili dalla panchina gigante di Borno, e al patrimonio UNESCO delle incisioni rupestri di cui fa parte il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina, nelle vicinanze della panchina gigante di Capo di Ponte.

Da non perdere la panchina giganti di Paspardo, la prima sorta in valle e con vista imperdibile sul castello di Cimbergo e sulla Concarena, e la panchina gigante di Darfo Boario Terme che dalla collina del Monticolo sopra l’Archeopark regala un colpo d’occhio senza eguali sul fondo valle fino al lago d’Iseo.


Panchine giganti sul lago di Garda
panchina-gigante-muscoline
La panchina gigante del Chiaretto – Az. Agricola La Guarda

Dal 2020 anche il lago di Garda ha le sue panchine giganti! Dopo la prima inaugurata nello splendido borgo di Cisano di San Felice del Benaco, collocata nel parco circondato dagli ulivi vicino a Palazzo Cominelli e da cui si gode in posizione privilegiata del Golfo di Salò, la seconda panchina gigante del lago di Garda sorge a Muscoline e con il suo colore “rosa chiaretto” è un omaggio al vino locale prodotto in Valtènesi. Situata all’interno della proprietà dell’Azienda Agricola La Guarda, la panchina di Muscoline è accessibile anche dalla strada secondaria Via Belvedere.


Panchine giganti tra la Franciacorta e l’hinterland cittadino
panchina-gigante-rovato
Big Bench di Rovato – Ph. Visit Lake Iseo

Una macchia azzurra tra le colline del Franciacorta. È la panchina gigante di Rovato, posta ai piedi del Monte Orfano all’interno del parco di Villa Cantù con vista sul santuario della Madonna di Santo Stefano e sul centro storico della cittadina. Denominata anche “la panchina dell’Accoglienza”, è il simbolo del progetto di riabilitazione psichiatrica che il Consorzio Cascina Clarabella ha attivato nei locali della villa.

Spostandoci verso la città ecco la panchina gigante di Collebeato nel Parco delle Colline, magnifica area protetta di oltre 4.000 metri quadri molto amata per passeggiate e sport all’aria aperta. Alta 2,5 metri e larga 3, la panchina si trova sul Monte Peso, sopra il Casì de Feo e nei pressi del sentiero 3V. Un altro tassello del Big Bench Project per innamorarsi della magnifica vista che questa volta spazia dal colle Cidneo di Brescia a Collebeato – paese insignito nel 2018 del premio Città del Verde nella sezione Verde Urbano, I^ categoria per Comuni entro i 5.000 abitanti – e dal Monte Maddalena fino a Nave, la Valle del Garza e Sant’Onofrio.


Le panchine giganti sono parte del Big Bench Community Project ideato dall’artista americano Chris Bangle e dalla moglie Catherine.. L’iniziativa, volta a sostenere le comunità locali e l’artigianato d’eccellenza – le panchine sono realizzate da artigiani del posto – oltre che a promuovere l’inclusività e il turismo lento e sostenibile, permette di lasciarsi stupire dall’incanto del paesaggio.Per scoprire la mappa sempre aggiornata della panchine giganti visita il sito ufficiale bigbenchcommunityproject.org.

Condividi