Giornate Fai Primavera Brescia

Giornate FAI di Primavera a Brescia

Tantissimi i siti aperti a Brescia e in provincia per le Giornate FAI di Primavera 2018

Sabato 24 e domenica 25 marzo 2018 si svolgeranno a Brescia le Giornate FAI di Primavera, giunte quest’anno alla ventiseiesima edizione.

Un fine settimana dedicato alla riscoperta dei luoghi dell’arte e della cultura, con eventi speciali e l’accesso esclusivo a beni non visitabili durante l’anno.

Giornate FAI di Primavera a Brescia e provincia: 20 beni aperti per te

BRESCIA

Chiostri del Convento di S. Giuseppe e Fondazione Civiltà Brescia

Vicolo San Giuseppe, 5

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Scopri di più qui

 

Palazzina Zanchi

Via Moretto, 4

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Scopri di più qui

 

Palazzo Averoldi

Via Vittorio Emanuele II, 9

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Scopri di più qui

 

Casa Trainino a Mompiano

Via Rampinelli, 12

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Scopri di più qui

 

Palazzo Sigismondi

Via Tosio, 28

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Scopri di più qui

 

Casa Romelli Brichetti

Casa Romelli–Brichetti si presenta come un edificio di impianto ottocentesco, anche se il nucleo della struttura risulta più antico. La particolarità dell’abitazione è rappresentata dalla collezione di opere e dipinti che ripercorrono la storia e i volti della famiglia Romelli; fra questi la Dama Svelata.

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 14:00 alle 18:00
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00

CASA FRANCESCHETTI RONCHI
Situata nel cuore di Piazza Ronchi a Breno, la storia di Casa Franceschetti è strettamente connessa con quella della piazza che la ospita. Edificata attorno alla seconda metà del Settecento, ospitava la famiglia di Lorenzo Ronchi, notaio del paese. Considerata una delle dimore più in vista dell’epoca, il suo prestigio crebbe grazie all’apertura di Piazza Ronchi, sede del mercato settimanale del bestiame.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

CASTELLO DI BRENO
Si tratta di una costruzione rurale, da tempo disabitata. La parte più antica è costituita da stalle e fienili con logge di legno.
Sulla facciata della casa padronale si notano resti di affreschi di soggetto religioso.
Nel Castello inoltre sono state girate alcune scene del film “L’albero degli zoccoli”, palma d’oro al festival di Cannes nel 1978.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

VILLA DE MICHELIS
La storia di Villa De Michelis è connessa con le vicende della contrada Cambrant durante il XVI secolo quando lì sorgeva una cappella di proprietà della famiglia Guelfi di Breno. Dalla fine del XIX secolo divenne proprietà del piemontese Vincenzo De Michelis. L’interno della Villa è decorato da affreschi del XVI secolo, che richiamano lo stile di Girolamo Romanino.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

VILLA GHEZA
Nel cuore di Breno è situata Villa Gheza, un palazzo dallo stile occidentale con richiami al moresco. La Dimora fu ideata dall’Avvocato Maffeo Gheza per testimoniare la sua passione per la conoscenza del mondo e i suoi successi personali.
Nella Villa troviamo elementi appartenenti al mondo arabo e indiano rappresentati da giardini, ricchi di specie arboree, mediterranee ed esotiche.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

VILLA RONCHI
Villa Ronchi si distingue dalla vicina Villa Gheza per l’architettura lineare, elegante e simmetrica. E’ un palazzo d’ispirazione tardo-neoclassica, realizzato sul finire del XIX secolo dall’architetto Fortunato Canevali. Gli interni mostrano una struttura semplice e rigorosa, anche se impreziositi da soffitti affrescati con motivi geometrici-floreali e manufatti dello stesso architetto Canevali.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

 

PALAZZO MARTINENGO CESARESCO
Dai resti di un’antica domus e di un complesso termale romano di cui restano interessanti reperti visitabili, la Famiglia Martinengo costruì un suntuoso palazzo che ha assunto dimensioni e caratteristiche grandiose. Le decorazioni del piano nobile sono state realizzate in stile neoclassico. Sul portale si trova una grande aquila lapidea, simbolo araldico della famiglia.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

PALAZZO UGGERI FENAROLI
Il palazzo rappresenta uno degli esempi più completi e ben conservati di architettura residenziale bresciana del XVIII secolo. Il visitatore può ammirare la costruzione scenografica del cortile, così come l’ampio scalone all’interno. La sala da ballo, luminosa ed ampia, sfrutta l’alternanza fra prospettive reali ed elementi architettonici.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

PALAZZO TOSIO
Il sontuoso palazzo fu dimora dei coniugi Tosio.
Paolo Tosio e la moglie Paolina Bergonzi furono tra i principali collezionisti nella Lombardia dell’Ottocento. Alla loro morte, lasciarono alla Municipalità l’intera collezione, e dal 1908 il palazzo divenne sede dell’Ateneo di Brescia – Accademia di Scienze Lettere e Arti. L’eccezionale apertura permette di visitare il piano nobile in cui l’architettura si fonde perfettamente con l’arredamento e la decorazione.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

 

 

PALAZZO BALUCANTI
Il palazzo fu costruito nel XVII secolo in un’area già utilizzata in epoca romana. La pianta dell’edificio segue la tipologia dei palazzi bresciani seicenteschi. All’interno è possibile visitare alcune sale affrescate in stile neoclassico.
Nel 1925 divenne sede del liceo classico cittadino. Accolse fra i suoi alunni più illustri Tito Speri e Giuseppe Zanardelli.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14.30 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 13- dalle 14.30 alle 18

 

VILLA CALINI MORANDO
La Villa, monumentale residenza di villeggiatura dei nobili Calini, fu centro di potere da cui dipartivano le direttive che regolavano la vita economica locale. Già nel Cinquecento si posero le basi della sua struttura complessa che si sviluppò per quattro secoli. L’elegante vialone di ingresso è affiancato da 12 statue; al centro della facciata settecentesca l’androne da accesso alla corte.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

BORGO DI NAVATE
Si trova in Navate l’architettura rurale colta e spontanea da cui si può ricostruire lo stile di vita che ha caratterizzato le generazioni contadine sino alla prima metà del Novecento. Il Borgo di Navate composto da case padronali, una chiesetta e da fabbricati rurali è rimasto pressoché immutato nella sua fisionomia.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

VILLA SAN GIUSEPPE
La Villa Ferrante Fenaroli, oggi denominata Villa San Giuseppe, è una imponente villa di stile rinascimentale collocata all’interno di un vasto parco, fatta erigere agli inizi del 1900. L’architettura è caratterizzata da un’articolazione di volumi smussati, da terrazze, balaustre, timpani e decorazioni di gusto eclettico. All’interno sale affrescate.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

PALAZZO BIANCHI
L’attuale palazzo Bianchi fu fatto erigere nel 1800 dalla famiglia Albrici.
L’edificio è caratterizzato da un ingresso imponente composto da un lungo viale alberato e da una maestosa scalinata che attraversa il giardino e conduce all’abitazione. All’interno del palazzo si trovano alcune tracce di pittura decorativa del 1400.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 12.30- dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 12.30- dalle 14 alle 18

CHIESA DI SAN BERNARDO
La Chiesa di San Bernardo è di antiche origini; sembrerebbe, infatti, appartenere al 1400. Numerose le opere pittoriche presenti all’interno della Chiesa, tra le quali quattro affreschi ben conservati, presumibilmente risalenti al 1500, dedicati alla vicenda del martirio del Beato Simonino da Trento.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

CHIESA DELLA MADONNA DEL CORNO
La Chiesa della Madonna del Corno sorge su una parete a strapiombo.
Venne edificata nei primi anni del 1500 per ricordare l’apparizione della Madonna miracolosa diventando luogo di pellegrinaggio. Le pareti furono ridipinte nel Settecento con un motivo damascato che ricoprì le precedenti pitture lasciando però intatto l’affresco della Madonna in trono con Bambino ritenuto il pezzo più prezioso dell’intero ciclo pittorico.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

VILLA FLORIS
Tipica cascina storica della zona collinare bresciana, Villa Floris si trova a Provaglio d’Iseo. Si tratta di una villa di antiche origini. Risale infatti al 1300 la torre, eretta per scopi difensivi e militari. Agli inizi del 1500 la famiglia Averoldi acquistò il fondo costruendovi una villa e recuperando la torre a fini residenziali. A testimoniare i caratteri signorili della residenza sono rimaste tracce di affreschi, camini in stile rinascimentale, eleganti sedili in pietra, soffitti a cassettoni lignei dipinti e fasce decorative che corrono lungo le pareti.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 12.30- dalle 14 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 12.30- dalle 14 alle 18

ZONA ARCHEOLOGICA DEL CASTELLO E CHIESA DI SAN ROCCO

Collocato in posizione strategica, nel così detto “Piano delle viti”, il castello fu probabilmente edificato dagli Oldofredi tra il XIII e il XIV. Il castello andò distrutto nel 1400 e non fu più riedificato. I recenti scavi archeologici ne hanno riportato alla luce il perimetro nella sua conformazione planimetrica grazie alla presenza di murature in parte visibili. In occasione di questi interventi è stato ripristinato anche l’antico ponte levatoio. All’interno della cinta muraria sorge la Chiesa di San Rocco.

ORARIO DI APERTURA
Sabato 24 marzo dalle 10 alle 18
Domenica 25 marzo dalle 10 alle 18

Palazzo Francesconi ora Municipio e Cippo di Attis

Palazzo Francesconi, che dal 1952 ospita la sede del Municipio, è un complesso edilizio pluristratificato che trova le sue prime origini in una struttura rurale del basso medioevo. Nel corso dei secoli il fabbricato subì numerosi rimaneggiamenti. La stratificazione dell’edificio fu indagata durante i lavori di restauro del 1992 quando vennero alla luce anche lacerti di affreschi. Interessante la collezione di tele esposte nelle sale. In questa occasione, Palazzo Francesconi ospita il cosiddetto “cippo di Attis”, un basso rilievo databile alla prima metà del II secolo d. C. e ritrovato nelle proprietà annesse al Monastero di S. Pietro in Lamosa. Identificato con la rappresentazione del dio Attis e quindi collegato al culto dei morti, dovrebbe provenire da un monumento funebre. Il confronto con reperti di soggetto simile fa pensare, per affinità stilistiche e tipologiche e per il materiale impiegato, pietra di Botticino, a manufatti di maestranze bresciane, diffusi in area padana.

Orari di visita

  • Sabato 24 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
  • Domenica 25 marzo dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Scopri di più qui

Condividi