Formaggio Bagoss di Bagolino

Bagòss di Bagolino

Bagolino, incantevole paesino di montagna situato ai piedi del Monte Maniva e vicino al lago d’Idro, offre un’eccellenza locale genuina ben nota anche oltre confine: il Bagòss, formaggio autoctono con una lunga storia di purezza e di attenzione a ogni dettaglio.

Il Bagòss, genuinità locale per eccellenza

Il Bagòss viene prodotto in 28 piccole aziende locali secondo un rito dall’antichissima tradizione, con un lavoro di complicità e passione che coinvolge l’intera famiglia del contadino. Una bontà esclusiva della zona di Bagolino molto ricercata in diversi Paesi del mondo, dal Giappone agli Stati Uniti, dall’Inghilterra alla Germania.

Dalla forma cilindrica, dal peso massimo di circa 20 kg e con un diametro tra i 40 e i 55 cm, il Bagòss ha una consistenza dura e un sapore tipico intenso del formaggio stagionato, avvalorato dalla presenza dello zafferano. Sono necessari almeno 12 mesi di stagionatura: a questo punto il Bagòss è pronto per accompagnare la tavola per essere mangiato da solo o venire usato come ingrediente per la preparazione di pastasciutta, carne, pesce, uova, patate, addirittura la pizza. Il Bagòss più invecchiato è ottimo anche come formaggio grattugiato.

La transumanza: dagli alti pascoli alle stalle di fondovalle

Le vacche che producono il latte per il Bagòss appartengono alla razza Bruno-Alpina, sono allevate unicamente a Bagolino e sono alimentate con il fieno locale. In estate vengono portate nei pascoli più alti, mentre nel periodo invernale vivono nelle stalle di fondovalle: il ritorno a Bagolino è celebrato con la Festa della Transumanza, che si tiene ogni anno verso la metà di ottobre e che rappresenta un intenso momento folcloristico ed enogastronomico per valorizzare gli antichi usi e costumi bagossi. La festa dura 2 giorni (sabato e domenica) e richiama l’attenzione di grandi e piccini, che celebrano il ritorno in stalla delle vacche accompagnando il loro passaggio con applausi, musica e canti.

Degustare il Bagòss: dove e come

Il miglior modo per degustare il Bagòss è quello di recarsi a Bagolino: in inverno si può cogliere l’occasione per sciare sui monti Maniva e Gaver, mentre d’estate tanti turisti percorrono i numerosi sentieri escursionistici visitando gli alpeggi e acquistando direttamente il formaggio. Un altro momento imperdibile per assaggiare il Bagòss oltre alla Festa della Transumanza è il famoso Carnevale di Bagolino.

Condividi