Autunno a Brescia

5 cose da fare a Brescia in autunno

Un gioiello intriso di storia, cultura e delizie enogastronomiche: Brescia, la città che non ti aspetti, è pronta per regalarti momenti magici e scorci indimenticabili. Ma cosa ci offre Brescia in questo periodo autunnale? Ecco i consigli sulle migliori cose da fare!

Immergersi nella storia: Capitolium, San Salvatore, Passeggiate nei vicoli della città

Città longobarda ricca di numerosi siti storici dichiarati dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità: basti questo per fare di Brescia una città tutta da ammirare.

Santa Maria in Solario, Museo di Santa Giulia

Puoi iniziare concedendoti una passeggiata rilassante nei vicoli del centro: ti suggeriamo di partire dalle tre piazze principali, fenomeno pressoché unico per una città, ovvero Piazza Paolo VI (già Piazza Duomo), la piazza con le due cattedrali e il palazzo del Broletto; Piazza Vittoria, costruita su progetto dell’architetto e urbanista Marcello Piacentini; e infine Piazza Loggia, sede della giunta comunale di Brescia e abbracciata da edifici cinquecenteschi. Le tre piazze sono collegate tra di loro tramite una serie di passaggi pedonali, e sono raggiungibili in pochi minuti di camminata.

Una volta terminata la visita delle piazze, concediti un po’ di shopping sotto i portici di Via X Giornate, di Corso Zanardelli e nelle vie limitrofe: trovi negozi per tutti i gusti!. Scopri di più sulle vie dello shopping a Brescia.

Ed eccoci ora faccia a faccia con la storia: dal centro storico dirigiti verso Via dei Musei per ammirare l’area del Capitolium, sito patrimonio dell’UNESCO nonché la più vasta area archeologica romana del Nord Italia, oggi arricchita dalla presenza della Vittoria Alata, simbolo di Brescia, ammirabile in tutta la sua bellezza nel nuovo allestimento.

Un colpo d’occhio che emoziona e che ci riporta indietro nel tempo: il l’area del Capitolium, detto anche Tempio Capitolino, era insieme al Teatro Romano e a Piazza del Foro il punto centrale dell’antica Brixia. Nulla da invidiare a Pompei!

La Vittoria Alata al Capitolium di Brescia

Imperdibili anche il Santuario Romano, posto sotto il Tempio Capitolino, e poco più avanti, sempre su Via dei Musei, il Complesso monastico di Santa Giulia – San Salvatore, oggi sede del Museo di Santa Giulia che ogni anno con le sue mostre richiama milioni di turisti da tutto il mondo.


Godersi il panorama dal castello di Brescia

Da Via dei Musei prendi uno dei vicoli in salita e in pochi minuti arrivi al Castello di Brescia, fortezza costruita attorno al XIII secolo.

Visitare il castello di Brescia durante un weekend in città

Il Castello di Brescia è aperto tutti i giorni e ospita al suo interno il Museo delle Armi Luigi Marzoli e due plastici ferroviari. Sali fino in cima e preparati ad ammirare la città da ogni angolazione: dal Monte Maddalena alla zona sud / ovest, dalla cupola del Duomo ai moderni grattacieli di Brescia Due, sino a perdere lo sguardo verso i paesi dell’hinterland. Una vista panoramica che compete con quella dei cugini bergamaschi della Città Alta.

Momento perfetto per assaporare il tramonto e per contemplare la bellezza dei colori autunnali, concludi la tua passeggiata al Castello presso uno dei due locali posizionati appena fuori dalle mura e corona il momento romantico brindando con un bicchiere di Franciacorta, vino spumante locale tra i più pregiati in Italia.


Gustare piatti tipici di stagione

La cucina bresciana ha finalmente il riconoscimento che si merita: la zona compresa tra Bergamo, Cremona, Mantova, Brescia – il cosiddetto “East Lombardy” – è stata infatti premiata come Regione Europea della Gastronomia 2017, progetto che integra cultura, turismo e gastronomia puntando a valorizzare i prodotti tipici locali e la filiera corta.

Bagoss, Valle Sabbia

Entriamo nel vivo dei sapori: quali sono i piatti tipici autunnali che la cucina bresciana ti offre? I 3 grandi “must have” della tavola autunnale della città longobarda sono il manzo all’olio, lo spiedo bresciano con polenta e i casoncelli, da accompagnare con i vini rossi del nostro territorio (Capriano del Colle, Garda Bresciano, Cellatica). E se sei un amante dei formaggi, non puoi tornare a casa senza aver assaggiato le eccellenze bresciane dei nostri caseifici: Bagòss di Bagolino, tutelato da Slow Food, Silter, Fatulì, Nostrano Valtrompia DOP, Rosa Camuna, formaggella di Tremosine e ovviamente il Grana Padana DOP.

E tra una passeggiata rilassante e un po’ di shopping come non concedersi un bel pirlo, il tipico aperitivo bresciano?


Visitare la mostra esclusiva “Palcoscenici Archeologici”

Fino al 9 gennaio 2022 nelle meravigliose location del Parco Archeologico di Brescia Romana e del Museo di Santa Giulia è accessibile la Mostra “Palcoscenici Archeologici”: otto sculture di Francesco Vezzoli, uno dei più importanti nomi dell’arte contemporanea internazionale, per la prima volta esposte al pubblico negli affascinanti spazi archeologici di Brescia Musei, collocate su basamenti appositamente concepiti per l’occasione.

Mostra Palcoscenici Archeologici - Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli, Brescia
ph Tassinari / Vetta

La mostra è l’occasione perfetta per contemplare la bellezza del sito UNESCO che le ospita, il complesso monastico di Santa Giulia – San Salvatore e il Parco Archeologico di Brescia Romana, uno degli edifici cardine del sito seriale “I longobardi in Italia. I luoghi del potere”. Ti invitiamo a godere appieno di questa opportunità, e di non perderti la visita di Santa Maria in Solario, del Monastero di San Salvatore, del Coro delle Monache e della Domus dell’Ortaglia.


Scoprire le bellezze di Casa Museo Zani

A pochi passi da Brescia un altro scrigno di tesori ci aspetta. È la Casa Museo Zani di Cellatica, prestigiosa dimora che conserva oltre 1.200 opere tra preziosi arredi barocchi e rococò, magnifici oggetti d’arte applicata del XVII e XVIII secolo e straordinari dipinti di Canaletto, Tiepolo, Guardi, Longhi, Boucher e altri maestri della pittura mondiale.

Casa Museo Zani Brescia - collezione
©Fondazione Zani

Arricchisce l’esperienza l’elegante giardino, unico nel suo genere grazie alla presenza di 850 opere d’arte barocca principalmente francesi, romane e veneziane e rare specie arboree rare, essenze potate ad arte e sculture antiche. Molto suggestivo il percorso che si snoda tra sculture, fontane, elementi architettonici in dialogo con la natura e meravigliosi giochi d’acqua.

Casa Museo Zani Brescia - giardini
©Fondazione Zani

Brescia, una città da scoprire, uno stupore senza fine!

Condividi