Piazza Vittoria Brescia

Brescia in due giorni: weekend nella storia

Avete deciso di trascorrere un fine settimana a Brescia? Eccovi un itinerario di due giorni per scoprire la città e visitare i monumenti più importanti

1° giorno

Tour delle piazze

In mattinata vi consigliamo una passeggiata nel centro storico con la visita delle principali piazze e dei monumenti più significativi. Se arrivate in città in metro, in treno o in automobile il luogo ideale per iniziare il vostro itinerario è Piazza Vittoria: situata al centro della città, è dotata di parcheggio sotterraneo e di fermata della metro cittadina. Dopo aver ammirato l’architettura neoclassica di epoca fascista, recatevi a Piazza Loggia che deve il suo nome a Palazzo della Loggia.

Oggi sede della giunta comunale, la Loggia è un palazzo di origine rinascimentale realizzato in gran parte in marmo di Botticino. Sul lato opposto della piazza si trova la Torre dell’Orologio, altro edificio simbolo del patrimonio artistico bresciano.

La piazza è anche un museo epigrafico a cielo aperto in quanto sul lato meridionale troviamo l’edificio del Monte di Pietà vecchio, la cui facciata principale è adornata da numerose iscrizioni di epoca romana. Dopo aver ammirato il monumento alla Bella Italia sul lato nord-est della piazza in pochi minuti a piedi potrete raggiungere Piazza Paolo VI.

Brescia è la sola città italiana che comprende due duomi nella medesima piazza. Costruiti in due periodi differenti, sono uno accanto all’altro e si notano subito in Piazza Paolo VI per i loro differenti stili architettonici. Il Duomo Vecchio, conosciuto come La Rotonda, risale al XI secolo, mentre quello nuovo, meglio noto fuori Brescia come la Cattedrale di Santa Maria Assunta, è la chiesa madre della diocesi bresciana e fu costruito tra il 1600 e il 1800. Accanto alle due chiese si erge la Torre del Pegol che fa parte del Palazzo Broletto. Quest’ultimo è oggi la sede dell’amministrazione provinciale ed un tempo costituiva un orto-giardino detto brolo, da cui deriva il nome odierno. Proprio da Piazza Paolo VI ogni sabato mattina è possibile visitare la città di Brescia accompagnati da una guida turistica.

Mercati e negozi a Brescia

Il sabato a Brescia è giorno di mercato, e il centro si anima di bancarelle che vendono prodotti tipici e artigianali. Se avete voglia di fare shopping a Brescia, il centro vi riserva tante sorprese tra botteghe antiquarie, boutique d’alta moda e librerie.

Pranzo gourmet

Per il pranzo scegliete uno dei caratteristici ristoranti del centro storico: Brescia vanta il riconoscimento di Regione Europea della Gastronomia 2017  per la qualità della sua ricchissima offerta enogastronomica. Non perdetevi i piatti tipici della tradizione bresciana!

Visita al sito UNESCO

Dedicate il pomeriggio alla visita al complesso di Santa Giulia, oggi museo riconosciuto nel 2011 dall’UNESCO come una delle più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano. Numerosi secoli attraversano le sale del museo, a partire dalle Domus dell’Ortaglia, sino alla Vittoria Alata, statua simbolo della città. Affreschi, armature, gioielli e la famosa Croce del Re Longobardo Desiderio arricchiscono questo antico patrimonio storico che ospita anche mostre di artisti internazionali.

Il sito UNESCO I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C). comprende anche il Parco Archeologico di Brixia Romana: costituito dal Tempio Capitolino (o Capitolium), un teatro e un santuario repubblicano, è oggi la più grande area archeologica Romana del Nord Italia. Il sito si trova in Piazza del Foro, un tempo fulcro delle attività commerciali cittadine.

Vi consigliamo anche una visita a Palazzo Martinengo Cesaresco: palazzo nobiliare sito in Piazza del Foro, è oggi in parte sede amministrativa dell’ente provinciale. La sua storia risale a prima dell’Età del Ferro e consta di un percorso archeologico sotterraneo e di sale che ogni anno ospitano mostre temporanee esclusive, con opere di artisti di fama internazionale come Hayez, Denis e Renoir.

Aperitivo bresciano e vita notturna

Al termine della visita, concedetevi una pausa con il “Pirlo”, l’aperitivo bresciano per eccellenza premiato anche dal New York Times come l’aperitivo più cool che ci sia.

Cosa fare la sera a Brescia? I bresciani amano divertirsi il sabato sera e sono numerosi i luoghi della città dedicati al divertimento serale.

 

2° giorno

Castello di Brescia, vista panoramica sulla città

In mattinata salite a piedi fino al Castello di Brescia, che dal colle Cidneo domina la città. Un tempo era un’antica fortezza medievale ed oggi ospita numerosi luoghi culturali che completano il percorso di Brescia città d’arte e continuano la storia urbana. Il castello è sede di un osservatorio astronomico e del Museo delle Armi “Luigi Marzoli”, una delle più ricche raccolte europee di armi antiche e armature. Alle pendici del castello si trova il Vigneto Pusterla, il vigneto urbano più antico d’Europa.

Pranzo a base di prodotti tipici

Per il pranzo vi consigliamo una trattoria tipica del centro storico per gustare i prodotti tipici di Brescia. Li conoscete tutti?

Alla scoperta delle chiese di Brescia

Dedicate il pomeriggio alla visita di alcune chiese di Brescia, come San Giovanni Evangelista, San Francesco e San Nazario e Celso, autentici tesori da scoprire. Abbinate al tour delle chiese una visita al Museo Diocesano.

Esperienze e attrazioni da non perdere

Per gli appassionati di fotografia invece le tappe imperdibili sono il Museo Nazionale della Fotografia e il Macof Centro Italiano della Fotografia.

Per gli avventurosi, un’esperienza obbligata è quella che vi porterà alla scoperta della Brescia sotterranea con Brescia Underground: visite guidate nel ventre profondo della città, alla riscoperta di antichi fiumi, canali sotterranei e rogge sommerse sotto i nostri piedi.

Nei dintorni

Vi segnaliamo nei dintorni:

  • Museo Mille Miglia, il museo dedicato alla corsa più bella del mondo: museomillemiglia.it
  • Villa Mazzucchelli: ospita il Museo della Moda e del Costume, costituito da oltre 5.000 pezzi: villamazzucchelli.it
  • Fondazione Pinac, museo dinamico internazionale che raccoglie, studia e promuove l’espressività infantile: pinac.it
  • Musil Museo dell’Industria e del Lavoro di Brescia: musilbrescia.it

Brescia accessibile

Sono disponibili anche degli itinerari accessibili del centro di Brescia senza barriere architettoniche.

Condividi